Contrasti: la Milano di ieri e di oggi

Francesca Negri / 29 giugno 2015 / Stili e Novità

Inaugurata lo scorso 11 giugno la mostra Contrasts – Architetture milanesi a confronto. Sarà visitabile fino al 10 luglio presso la sede dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Milano (Via Solferino, 17 – Milano).

20150603155926-contIl titolo della mostra riprende quello di un libro famoso pubblicato nel 1836 da Augustus Welby Pugin, Contrasts or a Parallel between the Noble Edifices of the Fourteenth and Fifteenth Centuries and Similar Buildings of the Present Day, nel quale l’architetto inglese polemizzava sulla «decadenza del gusto attuale» attraverso una serie di confronti tra immagini di architetture, monumenti e città riferite alle due epoche.

E anche la mostra milanese segue il percoso del metodo comparativo: paralleli e confronti non per dimostrare la decadenza, ma per mettere in luce vari aspetti e sfumature degli edifici milanesi nello specifico tra gli anni ’50 e ’70 e tra gli anni ’80 e oggi. Tra i soggetti fotografati anche le grandi opere note della città lombarda come quelle di Cino Zucchi, Oscar Niemeyer, Italo Rota e altri visti con gli occhi di Paola di Bello e da alcuni studenti del Biennio Specialistico di Fotografia dell’Accademia di Brera.

La mostra espone una selezione delle fotografie scattate per la Guida di Architettura di Milano 1954-2014. Accanto alle immagini fotografiche a parete, sarà installata una grande mappa interattiva, con i 47 modelli in scala degli edifici esposti, e la proiezione di immagini storiche e approfondimenti sull’edificio stesso, a cura dell’Ordine degli architetti e della redazione di Milanochecambia e dotdotdot e opendot con Andrej Boleslavsky, Michele Ferretti, Ambhika Samsen.

c700Le fotografie in mostra ritraggono la condizione attuale degli edifici, costituendo una documentazione aggiornata e rigorosa, e la selezione degli scatti è avvenuta attraverso un confronto multidisciplinare tra gli autori delle fotografie, i supervisori e i curatori dei libri. Il corso a cui appartengono i ragazzi coinvolti ha visto inoltre la partecipazione di alcuni grandi fotografi come Gabriele Basilico, Mario Cresci, Vincenzo Castella e Franco Vaccari, che hanno seguito e supervisionato le fotografie degli studenti.

La mostra resterà aperta fino al 10 luglio e sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00 in via Solferino 19 a Milano.

  • Paragone improponibile, la “passata” architettura nulla a che vedere con questa accozzaglia di linee, ognuno progetta per proprio conto, senza un filo logico, senza una “cultura” e di architettura e di assenza di linee che erano MAESTOSE, PULITE, EMOZIONANTI ED EMOZIONALI.
    ORA IL TUTTO È LEGATO AD UNA “tecnologia” da personal compiuter.

  • There are definitely plenty of details like that to take into consideration. That could be a nice level to deliver up. I supply the thoughts above as basic inspiration but clearly there are questions like the one you deliver up the place an important factor will likely be working in trustworthy good faith. I don?t know if greatest practices have emerged round things like that, but I am certain that your job is clearly recognized as a fair game. Each boys and girls really feel the affect of just a second’s pleasure, for the rest of their lives.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SHARE VIA
    HABIMAT NEWS
    HABIMAT | DE MAS
    Nuovo Showroom a Feltre, in provincia di Belluno HABIMAT DE MAS - nuovo showroom

    Habimat Progetta con Noi

    Scopri il nuovo motore di Rendering per i tuoi progetti

       

    Cover StyleUP! Settembre 2016 Per salutare il 2016 abbiamo pensato a un piccolo regalo digitale per i nostri lettori. Scarica subito i wallpaper con le illustrazioni di Fabulo

      ROBO Scopri la linea di rubinetteria, box doccia HABIMAT e l'esclusivo complemento d'arredo ROBO.

    HABIMAT news