Bulbo57: Flos va rivivere la lampada dei fratelli Castiglioni

Michela Pesenti / 14 febbraio 2020 / Stili e Novità

Ideata nel 1957 in occasione dell’XI Triennale di Milano la lampada Bulbo57 di Achille e Pier Giacomo Castiglioni è entrata finalmente in produzione su scala industriale. Flos ha infatti reso disponibile al grande pubblico il progetto concepito dai due designer per un allestimento in cui la luce fu pensata come elemento di design degli interni.

 

Nel progetto del 1957, quando la lampada era collegata in serie a un’altra, il suo potenziale veniva drasticamente ridotto e il filamento interno assumeva un colore rossastro, anabbagliante, che regalava una luce calda, ambientale, di leggera intensità. Nell’edizione 2019 di Flos, il filamento in tungsteno è stato riprodotto utilizzando una fonte a LED mantenendo comunque una temperatura della luce molto calda e confortevole, esattamente come nell’originale. Grazie a due fili di nylon che collegano le sfere a due supporti da fissare a soffitto, si può creare un’installazione personalizzata.

 

Un design decisamente attuale, semplice e leggero, quello di Bulbo57, che caratterizza un lavoro di ready made: da una grande lampadina industriale viene abolita la virola dell’attacco a vite e accorciato il collo dell’ampolla fino a ottenere una forma quasi sferica, come una bolla di sapone. Al suo interno il classico filamento diventa elemento distintivo, decorativo e illuminante. La stessa fonte di luce mette in evidenza il disegno tecnico che connota la lampada oltre a farla funzionare.

 

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    SHARE VIA