La casa in un guscio: il progetto di Alessia Elettra Campana

Michela Pesenti / 25 settembre 2020 / Stili e Novità

Costruire una casa, anzi un condominio, non con mattoni o cemento ma con la carta: l’idea è di Alessia Elettra Campana, giovane illustratrice riminese, che per la sua tesi di laurea ha dato vita al progetto “Guscio – Storie da esplorare”. Una casa plurifamiliare tutta da comporre scegliendo tra 12 appartamenti pop-up che rappresentano e narrano ciascuno la vicenda di un diverso inquilino o nucleo abitativo a cui è associato un ambiente della casa che ne rispecchia usi e costumi.

&nbsp
Un gioco per piccoli e più grandi per dare vita al proprio condominio creando intrecci narrativi sempre diversi; un contenitore di storie da esplorare, un racconto della realtà che ci circonda attraverso le architetture e il design dei diversi appartamenti tracciati dall’autrice che, insieme alla caratterizzazione dei personaggi (dall’anziano solo alla coppia di fatto, dagli studenti in affitto agli extracomunitari conviventi), punta a rispecchiare il più possibile una società in continua evoluzione e scardinare i percorsi statici dell’abitudine che spesso condizionano il modo in cui ogni giorno viviamo i nostri spazi.

&nbsp
«L’idea iniziale – racconta l’autrice – era “semplicemente” quella di costruire un palazzo di carta. Passeggiando ho sempre sbirciato dentro a ogni porta e finestra aperta e fantasticavo sull’idea di poter ricreare un diorama casalingo dove fosse possibile praticare nel piccolo lo stesso gesto, attraverso aperture fustellate sui muri di carta. Poi il confronto con diverse problematiche progettuali, tra cui la configurazione di un pubblico come quello infantile ha gradualmente condotto alla forma attuale del progetto, che è qualcosa di unico nel suo genere: Guscio infatti è un ibrido, un po’ albo illustrato (con una parte testuale che si accompagna alla rappresentazione visiva, oltre che le 12 storie-appartamento si presentano come singoli libretti), un po’ gioco (si presenta in una scatola e il lettore ha un ruolo attivo nella creazione dell’edificio) e un po’ giocattolo (ha una parte importante di interazione manuale, e infine diventa un oggetto con una sua presenza fisica nello spazio)».

&nbsp
La tecnica grafica utilizzata è una convivenza di stili, tra una base tradizionale a grafite e pastelli a olio, pittura digitale e dettaglio fotografico che rappresenta con realismo i particolari della nostra estetica quotidiana. Il bianco e nero trasporta poi il condominio in una dimensione atemporale, come se la vita si fosse fermata un istante per essere osservata nei suoi particolari.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    SHARE VIA
      HABIMAT NEWS
      HABIMAT | Capri Nuovo Showroom a Pray, in provincia di Biella  

      HABIMAT | Focardi e Cerbai  
      Nuovo Showroom a Sesto Fiorentino, in provincia di Firenze

      inaugurazione-cerbai

      HABIMAT | DE MAS
      Nuovo Showroom a Feltre, in provincia di Belluno HABIMAT DE MAS - nuovo showroom

      Habimat Progetta con Noi

      Scopri il nuovo motore di Rendering per i tuoi progetti

         

      Cover StyleUP! Settembre 2016 Per salutare il 2016 abbiamo pensato a un piccolo regalo digitale per i nostri lettori. Scarica subito i wallpaper con le illustrazioni di Fabulo

        ROBO Scopri la linea di rubinetteria, box doccia HABIMAT e l'esclusivo complemento d'arredo ROBO.

      HABIMAT news