Il design cult della Regina degli scacchi di Netflix

Michela Pesenti / 20 novembre 2020 / Stili e Novità

La critica l’ha definita la serie tv rivelazione della stagione: stiamo parlando de La Regina degli scacchi, serie Netflix che ha conquistato non solo il consenso della stampa ma soprattutto quello del pubblico, affascinato dalla protagonista Beth Harmon. Ambientata tra gli anni Cinquanta e Sessanta, la storia si sviluppa attorno alle vicende di questa ragazza, vero e proprio prodigio degli scacchi, che tra genio, sangue freddo e determinazione, riesce ad affermarsi in un universo in cui a dominare sono sempre stati gli uomini.

A colpire indubbiamente è il carattere di questo personaggio che fa degli scacchi il suo elemento di riscatto da un’infanzia infelice e dolorosa, ma molto interessante è anche l’attenzione con cui gli scenografi hanno ricostruito arredi e spazi in pieno stile Sixties, utilizzando lo stile degli ambienti come espressione dell’interiorità e delle sensazioni della giovane Beth, passando dagli scenari più bui delle partite e dei campionati alle note più romantiche e colorate delle stanze della giovane.

&nbsp

Così la casa dove Beth viene accolta dalla famiglia adottiva è un tripudio di carte da parati dai motivi vivaci che fanno da sfondo a pezzi iconici di quegli anni come un letto a baldacchino floreale, un classico specchio a raggiera e un’accogliente sedia in velluto verde acqua. Un insieme di dettagli che rimandano al design dell’epoca e che contrastano con l’ambiente più spoglio e tetro dell’orfanotrofio. La nuova casa della Regina degli scacchi è invece una tipica casa americana accogliente, dai toni pastello che ispirano serenità e senso di protezione, come il rosa che avvolge la camera da letto della giovane tra la carta da parati scozzese rosa, un letto con un piumino floreale nei toni pastello e un baldacchino abbinato, una lampada piena di rose rosa e foglie verde brillante, e una sedia in stile Luigi XVI nell’angolo.

&nbsp

Il rosa trova un equilibrio con il blu che caratterizza la camera da letto dei coniugi Wheatley, dove le pareti, le tende, la trapunta e i paralumi sono rivestiti di un motivo floreale blu e bianco, abbinati al pervinca della testiera e le lenzuola, in una combinazione di colori saturi. Tonalità sature che si trovano anche nel soggiorno dove i coniugi si trovano quotidianamente per leggere il giornale e suonare il piano immersi nel verde acqua di una poltrona di velluto e un divano abbinato, carta da parati a motivi geometrici e un paio di tende, con il rosso dei mattoni del camino e lo specchio dorato che lo sovrasta come unici colori che spezzano l’atmosfera.

&nbsp

Dietro il soggiorno si trova l’ingresso della residenza arredato con una carta da parati a quadri verde pastello e giallo applicata su entrambe le pareti e sul lato della scala, delimitata da una ringhiera verde oliva e gradini e balaustre giallo chiaro. Un ambiente confortevole e caloroso che lascia il posto a spigoli, angoli e superfici nette e ben delineate negli spazi rigidi in cui invece Beth, la Regina degli scacchi sfida gli avversari.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    SHARE VIA