A Roma una mostra per i 110 anni di Olivetti

Michela Pesenti / 23 marzo 2018 / Stili e Novità

Una mostra per celebrare i 110 anni della fondazione di Olivetti: per tutti coloro che vorranno ammirare più di 300 pezzi unici tra oggetti, manifesti e fotografie d’epoca l’appuntamento è a Roma alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e ContemporaneaLooking Forward. Olivetti: 110 anni di immaginazione, questo il titolo del perscorso espositivo in scena fino a maggio che porta i visitatori alla scoperta delle intuizioni creative che hanno segnato la storia del design, della grafica, dell’innovazione tecnologica, della comunicazione del nostro Paese e non solo.

 

Un racconto in due parti: la prima, “Raccolta visiva”, è un viaggio nel progetto Olivetti attraverso una trentina di temi che hanno per filo conduttore la modernità, mentre la seconda, “Disegnare la vita”, è un percorso attraverso per scatti fotografici, manifesti pubblicitari e parole tra oltre 150 immagini scattate da alcuni dei maestri della fotografia del secolo scorso quali Henri Cartier-Bresson, Gianni Berengo Gardin, Ugo Mulas, Francisc Català Roca, Fulvio Roiter, a cui si aggiungono una collezione di locandine pubblicitarie di Giovanni Pintori tra la fine degli anni ‘50 e l’inizio dei ‘60.

 

Non mancano le icone che hanno fatto la storia del design: dalla M1, il cui prototitpo nacque nell’agosto del 1908 per entrare in produzione l’anno successivo, alla Lettera22, dalla P101 alla Valentine, solo per citare alcuni degli oltre 20 oggetti in mostra. «Olivetti ha scritto pagine importanti della storia industriale – afferma Riccardo Delleani, amministratore delegato di Olivetti – con la sua capacità visionaria di anticipare il futuro, cambiando la vita di intere generazioni e il concetto di impresa attraverso scelte etiche coraggiose. Il design, l’organizzazione industriale, il ruolo degli intellettuali, il valore dell’arte e la ricerca tecnologica sono sempre stati gli strumenti utilizzati per proporre e creare un modello di produzione e di vita migliori».

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    SHARE VIA