Le soluzioni Eclisse per Casa Frida

Francesca Negri / 3 marzo 2021 / Stili e Novità

In origine sede della vecchia bocciofila di un paese in provincia di Varese, Casa Frida è una palazzina in stile Liberty risalente al 1920 recentemente ristrutturata internamente grazie al progetto dell’architetto Giulio Renzi di Deonstudio, che ha scelto le soluzioni Eclisse, azienda partner HABIMAT attiva dal 1989 nella produzione di controtelai per porte scorrevoli a scomparsa all’avanguardia, per completare l’intervento.

L’edificio, che esternamente preservava la sua eleganza con la facciata riccamente decorata in buono stato di conservazione, è stato ripensato internamente per ricavare un unico spazio abitabile di circa 150 mq unendo due delle quattro unità immobiliari disponibili. Il progetto, mantenendo intatta la facciata esterna, ha creato una netta contrapposizione con l’interno dove sono stati realizzati ambienti con una configurazione sobria ed elegante, un effetto di pulizia e freschezza che enfatizza la luce naturale e trasmette sensazioni di pace e serenità, senza risultare eccessivamente minimal.

&nbsp

Nel piano terra, destinato alla zona giorno, la cucina comunica con il living in un grande e luminoso open space, mentre una porta a scomparsa a doppia anta conduce ad un’area più riservata, adibita a studio, mentre la porta a battente a lato conduce a un piccolo bagno. In entrambi i casi, quando i pannelli porta sono chiusi, lungo tutta la parete si crea una perfetta continuità visiva, completamente priva di sporgenze. Al piano superiore si trova invece la zona notte, distribuita in due aree separate, a cui si accede tramite una scala, per lasciare agli ospiti aree esclusive e di privacy, grazie anche alla presenza di un bagno completo e indipendente per ogni camera da letto.

&nbsp

Cemento, legno e soprattutto luce, sono i tre principali elementi del nuovo appartamento di Casa Frida, mentre dal punto di vista materico la resina è presente ovunque, tranne che nelle camere dove è stato invece posato un parquet in rovere, mentre sulle pareti dei bagni è stato utilizzato un rivestimento in gres porcellanato effetto 3D.

Nel progetto, tutte le porte interne sono state pensate per essere filo muro e hanno previsto l’installazione di specifici telai e controtelai della linea Eclisse Syntesis Collection. Sia nella versione scorrevole come nella corrispondete a battente, le porte sono state laccate dal falegname e risultano perfettamente integrate con le pareti circostanti, sottolineando la purezza delle superfici e dei volumi.

&nbsp

«I prodotti Eclisse assecondavano in maniere rigorosa la risposta a specifiche esigenze funzionali ed estetiche di cui eravamo in cerca e sono stati senza dubbio tra le componenti essenziali che hanno decretato la riuscita del progetto. Abbiamo interpretato le soluzioni Eclisse Syntesis Collection filo muro sia battente sia scorrevole nell’ottica di conferire la totale “mimesi” con le pareti per generare spazi sobri e luminosi al fine di enfatizzare la purezza delle superfici e dei volumi. Inoltre abbiamo cercato di utilizzarle come fossero cornici astratte e metafisiche che ci consentissero di inquadrare particolari e ben definiti scorci tra gli ambienti amplificandone le potenzialità spaziali, fruitive e percettive» ha sottolineato l’architetto Giulio Renzi.

&nbsp

Scopri tutte le novità di Eclisse nello showroom HABIMAT più vicino a te.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    SHARE VIA