Upcycling, la nuova frontiera del design

Michela Pesenti / 27 gennaio 2017 / Stili e Novità

Nel mondo del design si sta diffondendo sempre di più la tendenza all’upcycling, ovvero l’arte di riconvertire e trasformare materiali e oggetti di scarto in nuovi prodotti innovativi e creativi. Un modo tutto sostenibile per liberare la propria creatività e salvaguardare allo stesso tempo l’ambiente. Una nuova direzione verso cui si sta avviando una parte del mondo dei designer di cui vi abbiamo parlato nell’ultimo numero di STYLEUP! con un’intervista al team di Resilient Design (che potete leggere qui) e che si concretizza anche nell’esperienza del designer Andreas Gröbel, che nella città tedesca di Karlsruhe ha dato vita a Zur schönen Linde, un atelier laboratorio dove un team di mastri artigiani, falegnami e sellai trasforma vecchi attrezzi scolastici, schedari e molto altro in mobili anticonvenzionali per arredare casa, uffici e ristoranti.

 

Un progetto di recupero per regalare una seconda vita a oggetti come bobine per l’avvolgimento dei cavi elettrici cavalli da volteggio, materassi, parallele, che, ancora funzionali, erano ormai inutilizzati e destinati a essere smaltiti nelle discariche. Così vecchie scaffalature diventano nuovi sistemi componibili, i materassi utilizzati dai ginnasti si trasformano in piccoli pouf blu elettrici con angolari in cuoio per rendere morbidi gli spigoli, oppure le vecchie parallele convertite in un tavolo alto a cui sedersi utilizzando una vecchia cavallina. Andreas Gröbel e il suo team restaurano e trasformano tutto ciò che abbia ancora un valore e che possa essere ancora utile dandogli una nuova veste e una nuova funzione.

 

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    SHARE VIA